Correzione ginecomastia

Correzione ginecomastia

esagono_ginecomastia

CHIRURGIA ESTETICA

Corpo

CORREZIONE GINECOMASTIA UOMO

L’intervento

Di norma la ghiandola mammaria è assente nell’infanzia ed inizia a svilupparsi, seppur in minima quantità, anche nel maschio durante la pubertà. Con il termine ginecomastia si indica un eccessivo sviluppo della ghiandola mammaria nell’uomo. Nella maggior parte dei casi, soprattutto nei pazienti in sovrappeso, in realtà si osserva un anomalo incremento di tessuto adiposo in questa regione ed in tali circostanze è preferibile parlare di pseudoginecomastia. La ginecomastia raramente è patologia degna di nota se non per il disagio psicologico che comporta per l’inestetismo associato infatti il paziente spesso evita ogni condizione che lo esponga a torace nudo o l’abbigliamento eccessivamente attillato. Una volta risolti eventuali disfunzioni ormonali la soluzione del problema è chirurgica

Perchè operarsi?
  • eccessivo sviluppo della ghiandola mammaria nell’uomo
Tecniche chirurgiche

Nei casi di pseudoginecomastia ci si affida alla lipoaspirazione. Attraverso piccolissime incisioni ed apposite cannule si rimuove il tessuto adiposo in eccesso producendo una riduzione volumetrica ed un conseguente riadattamento della cute alla nuova forma. Nei casi più voluminosi è bene non svuotare completamente l’area per evitare un cedimento della cute oppure si programma una rimozione di pelle attorno all’areola pur sapendo che il residuo cicatriziale potrebbe essere evidente e, a sua volta, fonte di disagio. Nei casi di ginecomastia vera è possibile eseguire una lipoaspirazione rimuovendo con l’ausilio delle cannule anche parte della ghiandola mammaria oppure ricorrere all’intervento tradizionale nel quale si asporta chirurgicamente il tessuto mammario attraverso una incisione sul margine dell’areola. Nell’uno e nell’altro caso è opportuno valutare quanto la pelle possa riadattarsi dopo il trattamento e prendere in considerazione la possibilità di una rimozione di cute periareolare pur con un residuo cicatriziale più evidente.

L’intervento si esegue in anestesia locale con sedazione in regime di day hospital senza particolari disagi per il paziente durante l’intervento e nel post operatorio.

,

×
La Dottoressa risponde online dalle 9.30 alle 18.
Digita il tuo messaggio!