Settoplastica e Turbinoplastica

Settoplastica e Turbinoplastica

esagono_settoplastica

CHIRURGIA ESTETICA

Ricostruttiva

SETTOPLASTICA E TURBINOPLASTICA

L’intervento

La deviazione del setto nasale può essere di natura congenita oppure acquisita, in seguito a traumi della piramide nasale. La deviazione può essere anteriore o posteriore , il tutto è evidenziabile attraverso un’accurata visita preliminare e un’indagine strumentale tipo fibroscopia o TAC.

Perchè operarsi?

Il setto nasale è una lamina osteo-cartilaginea che separa le due fosse nasali e che interferisce con la respirazione nel caso in cui sia deviata su un lato e sia responsabile quindi di difficoltà respiratoria a riposo, sotto sforzo o in entrambe le situazioni.

Tecniche chirurgiche

L’intervento chirurgico di settoplastica può essere eseguito in concomitanza all’intervento di rinoplastica estetica oppure separatamente se il naso non necessita di una correzione o ancora se il paziente espressamente richieda una correzione solo di tipo funzionale.
Esiste quindi la possibilità di associare un intervento a pura valenza estetica ad uno a valenza funzionale per una normale respirazione sia a riposo che sotto sforzo. La corretta diagnosi preoperatoria assume quindi sempre maggiore importanza al momento della prima visita specialistica che non si limiterà all’esame obiettivo estetico della piramide nasale ma anche all’esame obiettivo funzionale.
Spesso, durante l’intervento di settoplastica è necessario anche eseguire una riduzione dei turbinati (turbinotomia) che aumentano di volume, a causa del difetto di respirazione legato alla deviazione settale.

 

,

×
La Dottoressa risponde online dalle 9.30 alle 18.
Digita il tuo messaggio!