Mastoplastica Riduttiva

Mastoplastica Riduttiva

esagono_mastoplastica3

CHIRURGIA ESTETICA

Seno

MASTOPLASTICA RIDUTTIVA

L’intervento

La mastoplastica riduttiva comporta l’asportazione di una o più porzioni di tessuto ghiandolare e grassoso e la ricostruzione del seno con la parte residua.
L’intervento è condotto in anestesia generale, con una notte di ricovero in clinica. Esistono una serie innumerevoli di tecniche chirurgiche per la mastoplastica riduttiva , a seconda del caso da risolvere e dell’entità del problema.

Perchè operarsi?

Un seno voluminoso, largo e pendulo, pone problemi di natura estetica e funzionali. L’eccessivo peso delle mammelle costringe la donna a d avere una postura inclinata in avanti, con conseguenze spiacevoli alla colonna vertebrale (cifosi e scoliosi). Le ipertrofie mammarie possono essere di grado diverso, lievi, moderate, e grandi fino ad arrivare alla gigantomastia.
Esistono:

  • ipertrofie ghiandolari essenziali
  • ipertrofie adipose, associate in genere ad una obesità generalizzata
  • ipetrofie mammarie miste
  • ipertrofie post gravidiche
  • pertrofie della menopausa, dovute in genere ad un aumento della componente adiposa che subisce un processo degenerativo (liposclerosi)
Gli obiettivi finali
  • un seno di dimensioni più adeguate, con un complesso areola capezzolo (CAC) posizionato più in alto
  • una forma generale più armoniosa e più alta stabilità del risultato simmetria
  • conservare la sensibilità
  • cicatrici limitate
Le Tecniche chirugiche
  • preparazione del lembo dermo ghiandolare porta – areola , che potrà essere superiore, laterale, mediale o inferiore
  • la simmetrica eliminazione del tessuto ghiandolare, cutaneo e adiposo in eccesso
  • rimodellamento e riposizionamento della ghiandola mammaria residua.

Tale tipo di intervento, qualunque sia la tecnica, lascia sempre una cicatrice a T rovesciata (periareolare, verticale e orizzontale nel solco mammario).

Periodo post operatorio

Medicazione compressiva per 24-48 ore; rimozione delle suture dopo 10-14 giorni dall’intervento; ecchimosi, gonfiore per 1-2 settimane dopo l’intervento; reggiseno contenitivo per un mese.

,

×
La Dottoressa risponde online dalle 9.30 alle 18.
Digita il tuo messaggio!